Aids, Mara Biasin e i fattori genetici

Negli anni 90 è stato il grande male, la sindrome da immunodeficienza acquisita o più comunemente Aids faceva paura, un male nuovo che rendeva il soggetto completamente privo di difese immunitarie, al punto tale da renderlo completamente inerme, non esistevano cure o una conoscenza approfondita della malattia.

aids  e  cureI primi casi riguardarono attori famosi e poi la gente comune, l’Aids si trasmette con rapporti sessuali non protetti, la patologia si sviluppa e attacca il sistema immunitario del soggetto, la maggiore fragilità sfocia in una condizione debilitante permanente, con il tempo il corpo del soggetto ammalato, può sviluppare una serie di malattie più serie tra cui il tumore.

aids, nuovi potenziali approcci terapeutici

I primi anni della malattia furono seguiti da una serie di interventi di vari esperti, si sapeva poco sulla malattia, non se ne conoscevano le cause e neanche come si sviluppava, per questo motivo le persone che la contraevano, avevano un destino segnato, in poco tempo si ammalavano e morivano.

Poi la ricerca ha progressivamente analizzato questa malattia, per cercare di capire come si sviluppa, analizzando progressivamente la cause e arrivando anche a trovare delle cure in tal senso, i farmaci messi a punto, hanno elevato notevolmente il tasso di sopravvivenza delle persone affette da questa malattia, progressivamente il clamore ha lasciamo posto, come spesso capita alla dimenticanza.

La ricerca però è andata avanti, ci sono persone che ancora oggi studiano le interazioni tra la malattia e la genetica del soggetto, in questo senso lo studio fatto da Mara Biasin, in collaborazione con Manuela Sironi, chiarisce alcuni aspetti della patologia in termini meno generici

Esistono dei soggetti che naturalmente sono in grado di non sviluppare la malattia, pur rimanendone esposti, si parla di una condizione definita HIV-esposti-sieronegativi, pur con ripetute esposizioni al virus, non presentano i segni clinici della malattia. Cerchiamo ora di capire quali sono i fattori che ne influenzano lo sviluppo.

Si parla di fattori ambientali, fattori genetici dell’ospite e legati al proprio sistema immunitario, una scoperta importantissima che può rendere l’approccio terapeutico più efficace.

 

 

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags: ,

Comments are closed