ANEURISMA AORTA:NUOVA TECNICA RIVOLUZIONARIA!

Aneurisma aorta, un intervento non invasivo risolutivo!

Ogni organo del nostro corpo è soggetto a un processo d’invecchiamento, parlare di aneurisma all’aorta vuol dire per prima cosa indagare quali sono le possibili cause di questo problema. Cerchiamo di capire di quale patologia stiamo parlando e quali sono i fattori di rischio che ne causano l’insorgenza.

L’aneurisma è una progressiva dilatazione di uno specifico tratto di un’arteria. Le pareti presentano un’alterazione, i fattori di rischio principali che contribuiscono a far sorgere il problema sono nell’ordine: l’età, la familiarità, un livello piuttosto alto di colesterolo presente nel sangue, il fumo o la presenza di diabete.

Intervento mini invasivo la soluzione!

L’insorgenza di questa alterazione può interessare tutte le arterie presenti nel nostro corpo, senza escludere l’aorta presente nel tratto toracico-addominale. Attualmente esistono due tipologie ben distinte e specifiche d’intervento chirurgico per intervenire in presenza di aneurisma all’aorta. Il primo approccio chirurgico è di tipo tradizionale e prevede la completa apertura e dilatazione della cavità toracica.

Il tratto di aorta che presenta l’alterazione viene sostituito con una protesi di origina sintetica. Un intervento che è consigliato per pazienti fino ai 50-60 anni di età.

L’intervento mini-invasivo prevede invece una prassi differente. Vengono eseguite due piccole incisioni in prossimità di due arterie periferiche, quella del collo e dell’inguine.

Nelle incisioni praticate viene inserito un catetere in grado di trasportare fino al tratto di aorta malata una endoprotesi.

I vantaggi di questa tecnica sono molteplici, per prima cosa si evita di aprire lo sterno del paziente, oltre a evitare l’arresto del circolo del sangue. La ripresa del paziente in fase post- operatoria è più rapida.

Il San Raffaele è da questo punto di vista un centro all’avanguardia nell’utilizzo di questa seconda tecnica, proprio in occasione  del congresso Aortic and peripheral surgery “How to do it” che si svolgerà dal 15 al 17 dicembre, si parlerà delle innovazioni nell’ambito della chirurgia vascolare.

 

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags:

Comments are closed