cellule staminali terapia: punto di arrivo?

Terapia con le staminali: punto di partenza

Sentiamo spesso parlare di cellule staminali terapia, quello che in realtà serve sapere è che siamo ancora in una fase iniziale. Abbiamo scoperto le potenzialità delle staminali nella cura di determinate patologie, ora serve capire fino a che punto possiamo arrivare.

Utilizzare il temine cellule staminali terapia da certi punti di vista non è neanche corretto, bisogna parlare invece di trapianto di cellule staminali.

Questo loro utilizzo specifico serve per curare determinate patologie del sangue e anche del sistema immunitario. Servono anche a rigenerare il sistema ematopoitetico di un paziente dopo essere stato sottoposto a trattamenti specifici per combattere delle patologie tumorali.

Questo è quello che sappiamo oggi, per valutare invece altri ipotetici utilizzi delle staminali siamo ancora alla fase di trial clinici. Serve cambiare radicalmente la cultura e la percezione che si ha delle cure con le staminali.

Parliamo infatti di trattamenti specialistici specifici, per questo motivo è necessario che siano fatti in strutture altamente specializzate e nulla sia lasciato al caso.

Solo dopo aver superato tutte le fasi dei trial clinici previsti, possiamo considerare come valido un determinato trattamento con le cellule staminali.

Cellule staminali terapia: evoluzione dagli anni 70 ad oggi

Ripercorrendo la storia delle staminali e la loro evoluzione possiamo dire che vengono utilizzate fin dagli anni 70. Inizialmente si sono principalmente utilizzate le cellule staminali della pelle per creare lembi di pelle da trapiantare a pazienti con gravi ustioni.

Sappiamo ad esempio che il trapianto di cellule staminali limbiali può curare in maniera efficace danni della cornea.

I trattamenti invece odierni, si focalizzano sul trapianto di cellule staminali del sangue per curare patologie del sistema sanguigno e del sistema immunitario in generale.

Una delle metodologie più utilizzate è quello del trapianto del midollo osseo. Questo consente di rigenerare completamente il sistema sanguigno di un paziente grazie alle cellule staminali del sangue.

Cellule staminali del sangue cordonale: processo di raccolta!

Le cellule staminali del sangue cordonale possono essere dal sangue cordonale durante la nascita del bambino. Successivamente vengono conservate tramite congelamento definito anche criopreservazione.

Successivamente possono essere prelevate da queste banche cellulari per curare determinate patologie nei bambini come ad esempio la leucemia.

Il trattamento di staminali negli adulti ha rivelato maggiori difficoltà, studi recenti ritengono che il successo sia determinato dal numero di staminali ottenute.

Il trapianto di sangue cordonale ha il vantaggio di avere maggiori percentuali di successo riducendo il rischio di rigetto.

Il limite nell’utilizzo di staminali cordonali è legato alle terapie che si possono mettere in campo. Ad oggi non è possibile utilizzarle per trattare malattie che non siano legate al flusso sanguigno.

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags: ,,

Comments are closed