Medicina alternativa cancro, metodo di Bella

Alcuni anni fa, esplodeva il caso di Bella, un medico di Modena studioso e preparato, per una vita aveva studiato un metodo alternativo nella lotta al cancro, infatti sappiamo tutti che la chemioterapia e la radioterapia hanno effetti dannosi per il nostro corpo notevoli, oltre a distruggere le cellule tumorali, aggrediscono anche le cellule sane.

Metodo di Bella e tumoriIl metodo di Bella a differenza delle tradizionali terapie oncologiche, si basa sul principio della somministrazione nel paziente di una terapia alternativa, le terapie tradizionali partono dal presupposto non tanto di combattere il tumore ma le cellule tumorali che sono in circolo nel nostro corpo, non la causa principale ma sulla conseguenza.

Medicina alternativa cancro, ricrescita del tumore

La domanda vera che ci dobbiamo porre è legata alla distruzione chemioterapica delle cellule tumorali, il principio sul quale si basa sia la chemioterapia che la radioterapia è il fattore distruzione, tuttavia il problema è legato anche al fattore prevenzione, infatti le cellule tumorali possono nuovamente diffondersi.

Non esiste una garanzia matematica e certa del fatto che non sia possibile l’insorgenza di una successiva metastasi nei pazienti curati con chemioterapia, resta una strada tra le più utilizzate e non va certamente demonizzata, ci sono persone che dopo essersi sottoposte a chemio sono guarite.

Medicina alternativa cancro, un principio diverso

Il metodo di Bella, utilizza un approccio differente, la somatostatina è il principale elemento, il metodo basa la sua efficacia sull’azione inibitoria dei più importanti fattori tumorali, quali il Gh, uno di principali fattori di crescita, tuttavia sul metodo di Bella a livello internazionale sono arrivati importanti riconoscimenti.

In alcuni casi clinici documentati, il paziente ha avuto una completa a totale guarigione, eppure da alcuni anni non se ne parla più, nessun medico ne ha più parlato, la terapia ha dimostrato di avere effetti benefici in alcuni casi, puntando al potenziamento della reazione immunitaria del soggetto.

Eppure a maggio del 2011 al quarto congresso mondiale di oncologia tenutosi in Cina, tra i più grandi relatori c’era anche il dottor di Bella, un motivo di riflessione quello che vede all’estero un riconoscimento nel metodo costruito dal professore di Modena.

Un’occasione per uno spunto e una riflessione sulla sua reale efficacia, vi lasciamo il link:

http://www.metododibella.org/it/mdb/home.do

 

Categories: Medicina Alternativa,News dal Mondo

Tags:

Comments are closed