tumore alla prostata sintomi,Tenascina-C

Colpisce la popolazione maschile e come per la maggior parte dei tumori, il tasso di sopravvivenza è strettamente legato alla capacità di diagnosticare in tempo il suo evolversi. La medicina attuale parla spesso e ribatte sul termine prevenzione, una diagnosi precoce e tempestiva consente di curare una forma come il tumore alla prostata, nella maniera più corretta.

tumore alla prostataUno dei problemi della medicina moderna è proprio legato al tema della prevenzione e agli strumenti diagnostici a disposizione, non sempre questi per quanto accurati e precisi sono in grado di scoprire un tumore nella forma iniziale. Per questo motivo la ricerca deve investire tempo ed energie anche su nuove strade legate alla diagnosi.

La ricerca del San Raffaele pubblicata su Cancer Research cerca di andare in questa direzione, uno studio condotto su campino umani e modelli murini che indaga a fondo il meccanismo della proteina Tenascina-C. Nella fase iniziale dello sviluppo della forma tumorale, la proteina Tenascina-C viene prodotta dalle cellule staminali del carcinoma alla prostata.

tumore alla prostata, inibire i linfociti t

Le cellule tumorali che contribuiscono alla diffusione delle metastasi, utilizzano questa proteina per sfuggire al controllo del sistema immunitario e impedirgli di reagire alla diffusione della forma tumorale. Secondo l’ipotesi degli scienziati, le cellule staminali tumorali consentono al tumore di rigenerarsi a dare origine al processo di metastasi.

Si spostano in maniera veloce e precoce verso i linfonodi che sono direttamente collegati alla prostata. L’analisi di sezioni della prostata umana, ha consentito agli scienziati di comprendere meglio cosa fa questa proteina. Inibisce la risposta dei linfociti T che dovrebbero contrastare la diffusione delle metastasi.

Terapie mirate al contrasto di questo meccanismo potrebbero in futuro rendere più efficaci le cure attuali, contrastando con più efficacia il processo di diffusione del tumore.

Questa è la vera sfida, maggiore è la comprensione dei meccanismi che regolano la diffusione di un tumore in fase iniziale, migliori e più efficaci saranno le cure e il livello di sopravvivenza.

Fonte originale alla notizia:

http://cancerres.aacrjournals.org/content/75/10/2095.short

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags: ,

1 Comment