Dipendenza emotiva

51

Quando parliamo di dipendenza emotiva, ci stiamo riferendo ad una condizione di natura mentale nella quale la persona che ne soffre è in uno stato nel quale è fermamente convinto che senza l’altra persona, intesa come un oggetto del proprio amore, non è contemplabile una vita, non si possa vivere senza. Si tratta di una relazione di natura affettiva che ha la caratteristica specifica di avere il grado di unicità.

Nella vita di queste persone, nessuna cosa possiede un senso, un valore è meritevole di essere vissuta se questa esperienza non può essere vissuta e condivisa insieme a quel partner, quella persona che è oggetto di questa forma d’amore. Quali sono le problematiche alle quali può andare incontro una persona che soffre di questa forma di dipendenza? La risposta corretta è che si vive in uno stato di perenne paura, si teme infatti di perdere la persona oggetto di questo amore, al punto tale che si vive in uno stato di perenne allerta e agitazione nel quale si controlla l’altra persona.

Questo comportamento è legato alla paura che ci possa essere una rottura nel rapporto, una separazione dal partner oggetto del proprio amore. Se si producesse una condizione del genere, la persona che soffre di questa problematica, sperimenterebbe un forte senso di angoscia, oltre a percepire un senso di disgregazione e percepirebbe un senso di impotenza.

Conseguenze di questa dipendenza

Quali sono le conseguenze alle quali potrebbe andare incontro una persona che sviluppa questa forma di dipendenza? La risposta è che non si vive la propria vita, per meglio dire si vive una vita che è completamente adombrata dalla figura di questo partner vissuto come indispensabile. La persona che vive questa condizione non ha desideri propri che abbiano una loro importanza, qualsiasi spinta verso altre cose è da questo punto di vista annullata, negata perchè non c’è cosa più importante del rapporto con questo partner che diventa a tutti gli effetti indispensabile nella propria vita.

Origine di questa dipendenza

Quale può essere la causa, da cosa potrebbe derivare lo sviluppo in un soggetto di una dipendenza del genere? Per prima cosa è bene fare in tal senso una riflessione approfondita, pensando al fatto che sin dal momento in cui un uomo nasce ( questo inteso come mammifero) ha delle necessità. Infatti ha bisogno di essere accudito per potersi garantire in tal senso la propria sopravvivenza, gli necessita di avere vicino una figura che sia maggiormente adulta che gli possa garantire non solo la sopravvivenza di natura fisica ma anche delle sicurezze.

Oltre a questo una persona che necessita di queste cose ha anche bisogno di sviluppare delle capacità che nel corso della vita lo porteranno a creare una sintonia con il proprio animo e il mondo in cui vive. Come viene definito questo bisogno? ll termine corretto è bisogno di attaccamento che si può realizzare solo avendo a disposizione delle figure (generalmente si parla di genitori) che hanno disponibilità e senso di accettazione.

Questa figura è molto importante, infatti non si parla solo di aver adempiuto nei riguardi di un figlio ad esempio a compiti come il nutrire, il lavare, si parla quindi di quelli che vengono definiti bisogni elementari. Si tratta invece di aver dato spazio nei riguardi del proprio figlio a tutte quelle esperienze necessarie per consentirgli di poter sviluppare in maniera armoniosa una forma di emotività che sia il più sana possibile, oltre a poter creare un buon equilibrio con il mondo esterno con il quale si troverà nel corso della propria vita ad interagire.

Per poter consentire ad una persona di sviluppare tutte queste potenzialità è necessario come genitore essere stati in grado di dare una forma di amore del tutto autentico, il meno possibile condizionato da aspettative per il futuro. Quindi possiamo da questo punto dire che il sistema di attaccamento è molto importante e ha sicuramente un’influenza nel modo in cui le persone, una volta entrate in età adulta, svilupperanno la loro relazione con il mondo che le circonda.

Sviluppo di capacità future

Quindi un corretto stile di attaccamento è molto importante per consentire ad un individuo lo sviluppo armonioso delle proprie capacità e di come saprà costruire una relazione con il mondo esterno in futuro. Un corretto stile consentirà di:

  1. Poter avere uno sviluppo futuro più armonioso in termini di capacità autoregolazione, in termini di flessibilità, in termini di maggior adattamento quando si incontreranno situazioni di stress e frustrazione personale.
  2. Sicuramente gioca un ruolo molto importante nel costruire un buon livello di fiducia in sè stessi e negli altri.
  3. Sicuramente è molto importante nel consentirci di chiedere aiuto se dovessimo averne bisogno oltre che darlo in maniera del tutto serena se dovessero essere altre persone ad averne bisogno.

Se invece la forma di attaccamento che si è sviluppata nel corso del tempo, era caratterizzata da una forma di insicurezza, dove le attenzioni erano venute a mancare, dove le cure erano scarse, dove ci sono state esperienze di natura traumatica in forma precoce, il soggetto potrebbe avere:

  • Problematiche che riguardano il proprio valore personale.
  • Potrebbe manifestare delle oggettive difficoltà nel riuscire a creare delle relazioni con gli altri.
  • Potrebbe avere una diminuzione in quella che è la capacità di riuscire a regolarsi in generale.

  Percezione errata di sè stessi

Le persone invece che nel corso della loro vita sviluppano una dipendenza di natura affettiva, hanno una percezione della loro persona del tutto errata, infatti si sentono vulnerabili, hanno un senso di insicurezza, persuasi del fatto di non poter essere amati nel modo giusto. La conseguenza dell’immagine che si sono costruiti è quella di cercare e trovare poi come partner, una persona che risulterà essere poco attenta ai loro bisogni, poco amorevole, non disponibile e con un livello di rispetto piuttosto modesto. Tuttavia chi soffre di questa problematica, cerca proprio un tipo di relazione del genere, nella quale si cerca una persona apparentemente sicura che possa proteggerla, alla fine si incontra invece una persona dai tratti narcisistici quali senso di superiorità, voglia di essere ammirati, una totale mancanza di empatia.

Approcci terapeutici

Quando si soffre di una dipendenza di natura emotiva, spesso ci si rivolge ad uno psicologo perchè il soggetto sta avendo uno stato di natura depressiva o di ansia, in seguito magari alla separazione o magari solo presi dal timore che la separazione possa avvenire. La percezione che ha del proprio partner è ambivalente, infatti da una parte lo descrive come una persona poco adatta, poco sensibile, poco attenta, dall’altra invece la descrive come una persona di alto valore, forte.

L’approccio prevede la terapia di natura cognitivo-comportamentale che parte comunque dal supportare il soggetto nel processo di accettazione di quella ferita antica che si è creata quando era piccolo, basata su legami non adeguati con i propri genitori.

Paura del buio