Aerofobia

44

Quando parliamo di aerofobia a cosa ci stiamo riferendo? Il termine maggiormente comune è aviofobia e vuol dire avere paura di volare, si tratta a tutti gli effetti di una forma di ansia che può colpire in tal senso molte persone nel mondo. Nel nostro paese, secondo alcune ricerche recenti, si stima che possa riguardare almeno una persona su due. Di fatto consiste in una paura che è collegata al viaggiare in aereo e potrebbe avere delle manifestazioni con differenti livelli di intensità. Ci possono essere casistiche nelle quali la sola paura tende manifestarsi al solo pensiero di prendere un aereo. La paura associata a questo evento potrebbe essere talmente marcata da provocare una paura talmente intensa che si cercherà in tutti i modi di evitare questa situazione specifica.

Ci possono essere invece altre casistiche nelle quali i sintomi potrebbero avere una manifestazione ancora prima di dover prendere l’aereo, per poi riprensetarsi in maniera più marcata quando ci si trova sull’aeroplano. Si tratta a tutti gli effetti di una fobia che in quanto tale non ha una base razionale, al contrario è del tutto irrazionale perchè non è collegata ad una situazione pericolosa concreta e oggettiva. Da un punto di vista statistico è bene dire che i voli aerei hanno un livello di sicurezza maggiore rispetto ad esempio all’utilizzo della macchina per un viaggio. Le persone che hanno paura di volare ne  sono perfettamente consapevoli tuttavia questo non è sufficiente per superare questa fobia.

Parliamo di cause

Quali possono essere le cause che producono una fobia del genere? Vediamole insieme:

  1. Una delle cause scatenanti potrebbe essere un’esperienza negativa vissuta in passato, per esempio un volo nel quale ci sono state forti turbolenze o magari un atterraggio che si è rivelato difficile.
  2. Un’altra delle cause che potrebbero portare a una problematica del genere, potrebbe essere legata alla sensazione di non avere il controllo sul contesto e sulla situazione. Infatti se pensiamo ai passeggeri che si trovano su un aereo, questi non hanno alcuna forma di controllo mentre sono in volo. Questa condizione potrebbe essere molto angosciante per alcune tipologie di persone.
  3. Un’altra delle cause potrebbe essere legata all’influenza che esercitano i media, infatti molto spesso vengono rappresentate degli incidenti aerei in film o in serie tv. Questo potrebbe decisamente contribuire ad alimentare la paura di volare.
  4. Un’altra delle cause presenti potrebbe essere legata ad un soggetto ansioso oppure che hanno altre tipologie di fobie quali la paura degli spazi chiusi.
  5. Un altro elemento peggiorativo potrebbe essere legato magari al fatto che magari non si conosce la destinazione del viaggio.
  6. Si tratta di una paura che potrebbe anche essere appresa con l’osservazione e con l’ascolto di persone che hanno la medesima paura.

 Sintomatologia

Quali sono i sintomi ai quali potrebbe andare incontro una persona che soffre di una problematica del genere? Per prima cosa potrebbe avere delle palpitazioni, potrebbe esserci un aumento relativo al battito cardiaco, potrebbero manifestarsi delle aritmie. Questa sintomatologia appena descritta potrebbe a sua volta evolvere in:

  1. Un senso di oppressione che si manifesta nella zona della gola.
  2. Il soggetto potrebbe avere una sudorazione abbondante.
  3. Il soggetto potrebbe andare incontro a una forma di rigidità a livello muscolare.
  4. In alcune casistiche i sintomi potrebbero essere la diarrea e il vomito.

Quando parliamo di sintomi collegati ad una fobia del genere è bene dire che possono essere di vario genere e sono anche collegati al singolo individuo. In ogni caso vediamo insieme quali potrebbero essere le manifestazioni più comuni da questo punto di vista:

  1. Uno dei sintomi è il battito accelerato.
  2. Un altro dei sintomi è la sudorazione.
  3. Un altro sintomo sono le vertigini.
  4. Il soggetto potrebbe avere dei tremori.
  5. Il soggetto potrebbe percepire delle sensazioni di caldo alternate a sensazioni di freddo.
  6. Potrebbe esserci un incremento della pressione del sangue.
  7. Il soggetto potrebbe avere un senso di oppressione nella zona del torace.
  8. Un altro dei sintomi che il soggetto potrebbe avere è il mal di testa.
  9. Potrebbe avere la paura di perdere il controllo.
  10. Un altro sintomo potrebbe essere la diarrea.
  11. Un altro sintomo al quale si potrebbe andare incontro è un dolore nella zona dell’addome.

Fobia e limitazioni alla propria libertà

Avere una fobia del genere, potrebbe limitare decisamente il livello di autonomia nella vita di una persona, ad esempio recarsi magari in un’altra università, opportunità di carriera, per esempio partecipare ad una ricorrenza legata alla famiglia. Le persone che soffrono di questa fobia, possono arrivare a colpevolizzarsi e a vergognarsi di avere questa forma di paura. Infatti questa fobia potrebbe dare delle conseguenze anche di natura economica quali la cancellazione di viaggi o magari avere dei costi aggiuntivi a livello di denaro e tempistiche.

Una cosa che è importante sapere è che si tratta di una problematica che può essere curata, molte persone sono in grado di superare questa fobia se seguono il giusto trattamento e hanno un supporto. In termini di terapia di natura psicologica, si è rivelata essere molto efficace quella cognitivo-comportamentale.

Superare la fobia

Ci sono casistiche nelle quali è collegata alla mancanza di una familiarità con l’aereo e potrebbe risolversi in maniera del tutto graduale tramite l’esperienza. In linea generale possiamo dire che la terapia si basa sul modificare i pensieri e i comportamenti negativi che potrebbero essere collegati alla fobia legata al volo. Per prima cosa è bene fare una valutazione molto attenta e dettagliata avvalendosi dell’intervento di uno psicologo. In questa fase verranno valutate le paure specifiche che il soggetto tende ad avere.

Un altro passo importante è riuscire a focalizzarsi sui pensieri distorti che sono collegati che possono a questa fobia. Successivamente ci si dovrà esporre in maniera del tutto graduale a situazioni legate al volo. Da questo punto di vista sono previste visite all’aeroporto, magari salire a bordo di un aereo che non deve decollare. In una fase successiva prendere degli aerei per dei tratti brevi. Si possono avere degli approcci di natura preventiva? Si, tra questi abbiamo:

  • Per prima cosa informarsi in maniera dettagliata su quello che risulta essere il funzionamento degli aerei.
  • Non guardare film o eventi legati alla televisione dove si parla di episodi drammatici legati all’aereo.
  • Non cercare di superare questa paura pensando sia sufficiente ignorarla.
  • Potrebbe essere utile leggere dei libri che sono di autoaiuto sulla tematica in oggetto.

Sitofobia

Articolo precedenteDipendenza emotiva
Articolo successivoAscolto empatico
Alessandro Baldini
Web content writer senior, specializzato nella redazione di contenuti nel settore medico, laureato in filosofia a Bologna, corso di specializzazione conseguito allo Ial Web di Udine nel content management, corso conseguito al Cfa di Milano nel 2020, sul web marketing.