Incubo notturno

287

Che cos’è l’incubo notturno? Essenzialmente si tratta di sogni che hanno una serie di caratteristiche specifiche, vediamo quali:

  • Sono incubi che hanno la caratteristica di essere spaventosi;
  • Sono incubi che hanno la caratteristica di essere minacciosi;
  • Comportano un elevato livello di stress.

Quali sono le reazioni che ha il soggetto quando si sveglia? Nel momento in cui si sveglia potrebbe essere:

  • Avere uno stato di forte agitazione;
  • Potrebbe essere in uno stato di forte angoscia.

Possiamo far rientrare questa manifestazione in una casistica specifica? Si, quella che viene definita parasonnie, si tratta di problematiche legate al sonno che non hanno però una causa di natura patologica. Si tratta di fenomeni che coinvolgono maggiormente gli adulti o i  bambini? In linea generale tendono a coinvolgere i bambini, questo non esclude che si possano manifestare anche negli adulti. Se la problematica dovesse presentarsi per più volte a cosa può andare incontro una persona? Se queste manifestazioni tendono a presentarsi in maniera ricorrente potremmo andare incontro a:

  • Il soggetto potrebbe avere problematiche e disturbi durante il sonno;
  • Il soggetto potrebbe avere delle problematiche di natura umorale;

Esiste un nesso tra gli incubi e la fase di veglia? Sembra proprio di si, infatti avere incubi potrebbe anche essere una manifestazione correlata a stati d’animo quali:

  • Si parla di stati d’animo quali l’ansia;
  • Si parla di stati d’animo quali lo stress.

Si tratta di un fenomeno di una certa gravità?

Si tratta di fenomeni che in quanto tali hanno un livello di gravità elevato? In realtà è bene specificare che avere un incubo nel corso della propria vita è una condizione che deve essere considerata come del tutto normale. Tuttavia questo non esclude che se il loro rappresentarsi ha una cadenza con una certa frequenza, allora possono avere un’influenza molto negativa sulla vita delle persone, sia in fase di sonno, sia nel quotidiano.

Perchè si manifestano?

Qual’è il motivo per il quale si presentano gli incubi? Ad oggi la medicina moderna non è ancora riuscita a fornire in tal senso una spiegazione specifica, si pensa in tal senso ( questo è il pensiero di alcuni studiosi) che sognare sia un meccanismo attraverso il quale la nostra mente rielabora le emozioni.

Parliamo di stress

Il fatto di avere degli incubi, può anche essere la diretta conseguenza di un periodo personale nel quale si sta vivendo una condizione di forte stress. Questo non esclude che la loro causa possa anche essere collegata a:

  • Aver visto un film dai contenuti molto pesanti da un punto di vista emotivo.

Quali possono essere invece altre cause che possono innescare una problematica del genere? Vediamolo insieme:

  • L’incubo potrebbe essere la conseguenza di febbre alta;
  • L’incubo potrebbe essere la conseguenza della vescica piena;
  • Potrebbe essere collegato a una fase di alterazione in termini di equilibrio idro-salino;
  • Potrebbe essere la conseguenza di una forma di otite media;
  • Potrebbe essere collegata all’asma;
  • Potrebbe essere collegato a reflusso gastroesofageo;
  • Potrebbe essere anche la conseguenza di un pasto serale con dosi eccessivamente abbondanti;
  • Potrebbe essere collegato a un fenomeno come quello delle apnee notturne;
  • Potrebbe essere collegato a una sindrome come quella delle gambe senza riposo;

Sintomatologia

Se si soffre di incubi nella fase notturna di sonno, il soggetto avrà una risposta di natura emotiva molto forte e in tal senso il paziente potrebbe avere:

  • Il soggetto potrebbe avere un forte stato di agitazione;
  • Il soggetto potrebbe sperimentare paura;
  • Il soggetto potrebbe sperimentare rabbia;
  • Il soggetto potrebbe sperimentare tristezza;

Tempistiche di manifestazione

C’è una tempistica specifica in base alla quale si può manifestare una problematica del genere? In realtà no, in tal senso possiamo parlare di una frequenza che potrebbe essere:

  • Si parla di una frequenza con la caratteristica di essere variabile;
  • Si parla di una frequenza del tutto irregolare;
  • Si parla di una frequenza che non è prevedibile.

In ogni caso se dovessimo cercare di identificare un periodo specifico durante il corso della notte nel quale si possono manifestare potremmo dire che:

  • Generalmente si manifestano alle prime ore dell’alba;
  • Il soggetto ha un ricordo vivido del sogno.

Durata

Quali sono le tempistiche di durata? Generalmente si parla di tempistiche pari a circa quindici minuti. Quali sono invece le possibili conseguenze che una persona potrebbe avere se il fenomeno tende a reiterarsi nel tempo? Se la problematica si reitera nel tempo il soggetto potrebbe avere:

  • Nel corso del tempo il paziente potrebbe avere problematiche legate alla fase di apprendimento;
  • Nel corso del tempo il paziente potrebbe avere problematiche legate alla capacità di concentrazione;
  • Potrebbero manifestarsi problemi che coinvolgono la memoria, con un’effettiva difficoltà che interessa il ricordare degli eventi.

  Approccio diagnostico

Non è facile individuare quale possa essere la causa ipotetica di una problematica del genere, sicuramente è importante rivolgersi a un medico se ci si accorge che gli incubi tendono a ripetersi con una certa frequenza. Certamente è importante cercare di individuare la problematica o la modifica di quelle abitudini di natura mentale o fisica che sono deleterie in tal senso.

Quale può essere in tal senso un esame che consente di determinare la problematica? In tal senso si interverrà con un esame specifico chiamato polisonnografia. Questo esame è fortemente consigliato per persone che oltre ad avere incubi, potrebbero anche avere manifestazioni di natura epilettica.

L’esame è anche indicato se il soggetto soffre di patologie di natura respiratoria.

Come comportarsi quindi se si soffre effettivamente di incubi che coinvolgono la fase del sonno? Per prima cosa se una persona si sveglia si soprassalto a causa di incubi durante la notte, sarà bene cercare di tranquillizzarlo il più possibile. In questo modo le sensazioni di paura e di agitazione che sono presenti nel soggetto, dovrebbero lentamente scomparire.

Se invece parliamo di consigli generali che in tal senso possono essere utili abbiamo:

  1. Avere delle abitudini di sonno piuttosto regolari che prevedano ad esempio il recarsi a letto sempre allo stesso orario e evitare magari di bere caffè o bibite che contengono caffeina;
  2. Una regola molto importante che deve seguire la persona che sta dormendo accanto è quella di evitare di svegliare un soggetto che sta avendo degli incubi durante la notte. Infatti questo potrebbe alimentare lo stato di agitazione e allungare le tempistiche;
  3. Un’altra regola che è bene seguire è quella di evitare di svolgere delle attività che abbiano un livello elevato di adrenalina prima di andare a letto;
  4. Sicuramente è utile mettere in pratica delle tecniche basate sul rilassamento;
  5. In caso di persistenza della problematica di incubo notturno, si potrà anche ricorrere a una terapia a base farmacologica nella quale verranno prescritti antidepressivi o ansiolitici.

Paralisi nel sonno sintomi