Mindset efficace : parliamo di mentalità

19

Quando parliamo di mindset efficace a cosa ci stiamo riferendo? Potremmo tradurlo con un termine italiano molto più comprensibile che di fatto coincide con la mentalità della persona. In tal senso ci riferiamo a:

  • Si parla di vissuti.
  • Si parla di credenze.
  • Si parla di abitudini.
  • Si parla di condizionamenti che la mente tende ad acquisire nel corso del tempo.

Si tratta a tutti gli effetti di un bagaglio che tende a influenzare il modo in cui una persona agisce e reagisce alle circostanze relative alla vita di ogni persona. Da questo punto di vista è importante citare una psicologa che vive negli Stati Uniti che ha identificato due tipologie specifiche relative al mindset, vediamo quali sono:

  1. La prima viene definita Fixed Mindset e si tratta di un modo di ragionare, porsi e riflettere che tende a mettere in primo piano il talento di una persona, pensando in tal senso che la formazione ha un’importanza relativa ed è del tutto secondaria da questo punto di vista. Quello di cui si è persuasi in una modalità di ragionamento del genere è che si deve fare solo quello al quale siamo abituati.

Chiaramente il limite di un approccio del genere è legato al fatto che se ci si dovesse trovare in presenza di una problematica non si è in grado di risolvere, la difficoltà in tal senso sarebbe percepita come del tutto insuperabile. Una seconda tipologia individuata da questa psicologica, corrisponde invece a Growth Mindset, si tratta in tal senso di una mentalità del tutto diversa, nella quale avviene una crescita del tutto progressiva delle conoscenze che una persona possiede, oltre a ritenere la formazione uno strumento molto importante per riuscire a crescere.

Parliamo di Growth Mindset

Si tratta sicuramente di una persona che da questo punto di vista risulta avere una mentalità moderna, dinamica, propende in tal senso per un processo di crescita e ritiente fermamente che il talento e la propria intelligenza non siano solo caratteristiche innate in una persona ma si tratta di peculiarità che possono essere coltivate e migliorate.

Quali sono i vantaggi ai quali va incontro una persona che possiede un approccio orientato a questa dinamica? Vediamoli insieme:

  1. Per prima cosa si tratta di persone che credono fortemente nelle loro capacità.
  2. Riescono ad acquisire un livello di resilienza molto marcato.
  3. Possiedono un livello di motivazione più spiccato nell’imparare cose nuove.
  4. Si tratta di persone che hanno un livello di fiducia più spiccato.

Sviluppare e incrementare questa mentalità

Cosa può fare una persona per cercare di sviluppare e incrementare questa mentalità dinamica? Per prima cosa bisogna entrare nell’ottica che per avere successo, serve sicuramente tempo oltre che un impegno che risulta essere costante. Serve concentrarsi il più possibile sugli sforzi, cercando di non guardare solo ai risultati. Serve anche avere un approccio nel quale si ha la capacità di riuscire a imparare dei propri fallimenti.

Prassi aziendali

Quali sono invece gli approcci aziendali che da questo punto di vista possono risultare efficaci? Vediamoli insieme:

  1. Per prima cosa è bene entrare in un’ottica nella quale si capisce che le conoscenze che si acquisiscono, non sono statiche e immutabili, al contrario tendono a cambiare in modo continuo, motivo per il quale in futuro non saranno certamente più valide.
  2. Riuscire ad imparare dei propri errori è un fattore molto importante, nella vita di tutti i giorni, qualsiasi sbaglio che si tende a commettere è frutto di un processo di apprendimento.
  3. Un altro fattore molto importante è avere un atteggimento positivo e aperto nei riguardi del processo di innovazione.

Momenti nei quali serve rallentare

Se si deve operare un cambiamento in un contesto aziendale, ci sono dei tempi di apprendimento specifici, in modo particolare se si lavora in un team di persone piuttosto variegato. Se si deve intervenire sul mindset di un gruppo di lavoro, allora sarà necessario passare tramite differenti fasi, vediamo quali sono:

  •   Per prima cosa servirà trovare un accordo in termini di obiettivi condiviso con il team.
  • Si renderà necessario dare alle persone di team una formazione che tenga conto delle propensioni personali oltre alle mete aziendali che si vogliono raggiungere.
  • Un altro approccio molto importante è quello che passa attraverso la stimolazione del pensiero creativo.
  • Servirà mettere in evidenza i miglioramenti, lodando le persone, gli sforzi che vengono fatti, la perseveranza che viene messa in campo e l’impegno di natura personale.

Modificare il proprio modo di pensare

Si può modificare il proprio modo di pensare? La risposta da questo punto di vista è corretta e articolata, per prima cosa è importante capire che il modo di pensare che ogni persona possiede è direttamente influenzato da una serie di fattori esterni quali la cultura nella quale siamo cresciuti, le esperienze che nel corso della vita abbiamo fatto, le relazioni che abbiamo in termini di persone che fanno parte della nostra vita.

Per prima cosa è bene riuscire a individuare gli schemi di natura mentale che abbiamo e cercare se possibile di sostituirli con dei modelli che siano da questo punto di vista caratterizzati da un maggior livello di positività. Un’altra strategia che può essere efficace da questo punto di vista è quella di vivere il più possibile nuove esperienze che ci permettono di metterci alla prova e ci spingano ad uscire dalla zona di confort.

Mindset e mutamenti all’interno dell’azienda

Se si devono affrontare all’interno di un contesto aziendale dei mutamenti di natura organizzativa, serve il sapersi adattare a nuove condizioni e riuscire a superare le resistenze legate ad un eventuale cambiamento. Tuttavia per poter andare nella direzione del cambiamento, per prima cosa serve capire quali sono le resistenze di natura mentale che una persona può avere, questo consente di mettere in discussione in maniera seria gli schermi mentali in nostro possesso per potersi aprire ad opportunità del tutto differenti.

Non basta certo questo approccio, un altro fattore molto importante che serve è quello di riuscire a sviluppare il più possibile una mentalità che sia orientata al positivo, dotata di empatia. Questo chiaramente deve essere accompagnato dalla capacità di saper gestire al meglio lo stress e le possibili emozioni negative che sono legate ai processi di mutamento.

Quali possono essere gli ostacoli ai quali si va incontro se si deve costruire un mindset che sia il più efficace possibile? La risposta è legata alla resistenza che all’interno di un’organizzazione aziendale, potrebbero avere i membri della stessa. Da questo punto di vista è importante capire che il mindset è uno strumento che consente di avere un’influenza positiva sulle altre persone, per consentirci di costruire delle relazioni che siano focalizzate sulla fiducia e sulla collaborazione.

Essere resilienti : cosa vuol dire