Psoas e ansia

143

Psoas e ansia, quale risulta essere la correlazione che esiste tra questo muscolo poco conosciuto e il livello di ansia che può esprimere una persona? Per prima cosa è bene dire che quando parliamo di psoas, ci stiamo riferendo ad un muscolo che come tale alla zona del diaframma, motivo per il quale trattandosi di una fascia muscolare corta, potrebbe creare un impedimento in termini di respirazione adeguata e potrebbe anche produrre una sorta di ansia e di stress. Per quale motivo si può produrre una condizione del genere? La risposta corretta è che quando ci riferiamo al diaframma è bene sapere che si tratta di un organo in cui si tendono ad avvertire quelli che sono i sintomi di natura fisica che sono collegati ad uno stato come la paura.

Quanto è importante questo muscolo? La risposta corretta è che è molto importante per riuscire a rendere stabile il proprio corpo e da questo punto di vista è anche bene sapere che potrebbe dare una serie di conseguenze a:

  • Potrebbe dare delle conseguenze alla propria capacità di essere mobili;
  • Potrebbe dare delle conseguenze alla propria capacità in termini di equilibrio;
  • Potrebbe dare delle conseguenze alla propria capacità in termini di flessibilità.

Da questo punto di vista è bene sapere che quando è in fase di distensione, questa fascia muscolare è lunga e consente di poter liberare tutta la tensione che una persona può avere accumulato nel corso del tempo. Riuscire ad allentare quindi la tensione che una persona potrebbe avere a questo muscolo, potrebbe dare un supporto nell’aiutare a ridurre lo stress presente? La risposta è si.

Conosciamo meglio il muscolo

In linea generale è bene dire che non molte persone conoscono questo muscolo, oltre a non sapere in molti casi quale ruolo importante svolge perchè è direttamente collegato a problematiche di natura lombare alle quali una persona nel corso del tempo potrebbe andare incontro.

Per quale motivazione si potrebbero creare dei problemi in tal senso? Il fatto che una persona conduca una vita sedentaria, magari non svolgendo uno sport di natura fisica, potrebbe portare nel corso del tempo ad una curvatura rispetto ad una posizione eretta quando si cammina.

La conoscenza di questa fascia muscolare al contrario di quello che si potrebbe pensare è invece importante, in termini percentuali è responsabile di almeno un cinquanta per cento delle problematiche lombari. Recenti ricerche hanno messo in evidenza come sia molto importante in termini di benessere a livello psicologico e per la propria salute fisica.

Qual’è la reale estensione di questa fascia muscolare? Tende a estendersi in ogni lato legato alle vertebre di natura lombare, fino ad arrivare alla porzione anteriore della coscia. Si tratta a tutti gli effetti dell’unica fascia di natura muscolare che funge da collegamento tra le gambe e la colonna vertebrale.

Qual’è il suo livello di contrattura? Se si conduce una vita sedentaria è una condizione che ne causa la contrattura, allo stesso modo se invece si ha una vita attiva ma non si ha l’attenzione di stirarlo, potrebbe anche in questo caso essere in perenne stato di contrattura.

Per quale motivo rimanere ore e ore seduto è un’abitudine dannosa? Perchè non si possono allungare i muscoli flessori legati all’anca. Per questo motivo tendono a diventare più corti e questo può portare a ridurre tutta la gamma di movimenti che potremmo fare in condizioni normali.

Oltre a questo, limita quella che risulta essere la lunghezza del passo che una persona può avere.

Stress

Se una persona si trova in una condizione personale di stress e ansia questo muscolo ha la caratteristica di accorciarsi e risulta essere in uno stato di contrattura costante. Aggiungiamo anche che lo stile di vita tende a peggiorare da questo punto di vista la situazione che una persona sta vivendo, vediamo quali sono le abitudini errate:

  • Una delle condizioni che può aumentare la contrattura di questo muscolo sono i sedili della macchina;
  • Un’altra condizione che può aumentare la contrattura di questo muscolo sono le sedie;
  • Un’altra condizione che può aumentare la contrattura di questo muscolo sono i tacchi alti;
  • Un’altra condizione che può aumentare la contrattura di questo muscolo sono i vestiti aderenti;

Per quale motivazione può capitare? La risposta corretta è che i vestiti che risultano essere aderenti, tendono da questo punto di vista a modificare la propria naturale postura. Oltre a questo è importante sapere che risulta esserci una compressione di questa fascia muscolare che risulta essere una condizione permanente.

Se una persona lamenta e soffre di mal di schiena, magari ha problematiche che interessano il ginocchio, oppure percepisce un senso di stanchezza accentuato, ci sono delle serie probabilità che stia avendo una problematica che interessa questa fascia muscolare. Molto spesso, senza neanche avere percezione che risulta essere contratto in maniera costante, questo muscolo tende a diventare sempre più corto.

Quali sono le conseguenze? La risposta corretta è che tende a provocare problematiche che interessano:

  •  Una delle problematiche alle quali la persona potrebbe andare incontro è la scoliosi;
  • Un’altra problematica alla quale la persona potrebbe andare incontro è una sindrome dolorosa legata alla zona del ginocchio;
  • Un’altra problematica alla quale la persona potrebbe andare incontro è la sciatica associata ad una sindrome dolorosa;
  • Un’altra problematica alla quale la persona potrebbe andare incontro è l’infertilità;
  • Un’altra problematica alla quale la persona potrebbe andare incontro sono difficoltà di natura digestiva;
  • Le conseguenze potrebbero riguardare anche gli organi;
  • Un’altra problematica, potrebbe essere collegata alla respirazione tramite diaframma.

Sciatica

Quando si parla di sciatica a cosa ci stiamo riferendo? La risposta corretta è che si tratta di un processo di natura infiammatorio che interessa il nervo sciatico, si tratta del nervo da questo punto di vista che è maggiormente complesso e risulta avere un volume marcato nel nostro corpo.

Quale sindrome dolorosa percepisce il soggetto? La risposta corretta è che il dolore percepito dal paziente tende ad originarsi nella zona lombare e tende a scendere lungo quello che viene definito nervo sciatico. In linea generale è bene sapere che la sindrome dolorosa tende a manifestarsi in un solo lato del nostro corpo e tende ad avere un’intensità che è variabile. Il paziente potrebbe quindi avere una forma lieve o un dolore molto marcato.

Se una persona lamenta una sindrome dolorosa che interessa le gambe, non è necessariamente detto che si tratti di sciatica. Questa condizione infatti potrebbe essere legata a :

  • Potrebbe essere legata a problematiche a livello vascolare;
  • Potrebbe essere legata a tensioni di natura muscolare;
  • Potrebbe essere legata ad un processo di natura irritativa legata alla radice del nervo femorale.

Tra le cause potrebbe esserci il restringimento del canale spinale lombare, la diagnosi viene effettuata tramite una visita specialistica. In linea generale tende a risolversi in un arco temporale pari a sei settimane e raramente si può ricorrere all’intervento chirurgico.

Considerazioni finali

Partendo dal presupposto che un muscolo come lo Psoas e l’ansia possono avere una correlazione, ricordiamo a tutti di non praticare il fai da te ma rivolgersi ad un medico se la sindrome dolorosa dovesse persistere nel corso del tempo.

Claudicatio