Cellule staminali ematopoietiche

Cellule staminali ematopoietiche e forme tumorali

Molto spesso si associa la cura di alcune forme tumorali al cibo, esistono effettivamente alcuni cibi che risultano essere alleati del nostro organismo, sia quando la persona è perfettamente sana, in modo particolare quando la persona è affetta da una grave patologia tumorale.

cellule staminali ematopoietiche,conservazione cellule staminali cordone ombelicaleTuttavia nessuno aveva mai pensato che il digiuno programmato potesse costituire una valido alleato del nostro organismo, uno studio recente afferma che il digiuno programmato, indurrebbe una rigenerazione del sistema immunitario e anche un risveglio delle cellule staminali latenti, modificando addirittura lo stato di queste, portando queste a uno stadio di autorinnovamento.

Cellule staminali ematopoietiche e forme tumorali

I periodi di digiuno forzato pare abbiano stimolato nei topi la rigenerazione delle cellule staminali, portandole a uno stadio ematopoietico, ricordiamo a tutti che lo stadio delle cellule staminali ematopoietiche è quello legato alla rigenerazione del sangue e del sistema immunitario.

L’esperimento secondo il suo fondatore Valter Longo ha dato risultati molto interessanti, infatti i periodi di digiuno ai quali i pazienti volontari sono stati sottoposti, ha dimostrato che l’organismo è riuscito a mettere in moto un meccanismo di tipo rigenerativo.

L’organismo dei volontari trattati ha manifestato una dinamica, liberandosi di cellule inutili e mettendo in moto meccanismi di rigenerazione, lo studio sembra dare ragione all’oncologo Umberto Veronesi che da molti anni afferma che un giorno di digiuno al mese aiuta a prevenire il cancro.

Lo studio potrebbe essere anche molto utile per mitigare gli effetti dannosi delle terapie tumorali messe in atto per combattere efficacemente la forme tumorali attuali, infatti anche se la chemioterapia cura molte forme tumorali, causa danni collaterali all’organismo del paziente in cura.

Questa nuova ricerca e l’applicazione di una prassi del digiuno programmato, potrebbe aiutare a mitigare gli effetti collaterali della chemioterapia, un problema che ancora oggi si cerca di combattere in molti modi differenti.

 

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags:

Comments are closed