Cellule staminali embrionali: aspetti legislativi!

Cellule staminali embrionali: cosa fare!

Molti italiani non hanno le idee chiare quando si tratta di un argomento come quello delle cellule staminali. Parlare di cellule staminali embrionali o di conservazione del cordone ombelicale, richiede per prima cosa una buona conoscenza della materia legislativa italiana e come si è pronunciata su questo argomento.

Per comprendere meglio l’argomento e come regolarsi, bisogna fare un minimo di chiarezza tra il termine donazione pubblica e conservazione privata. Nel primo caso parliamo di una donazione di campioni fatta a favore della collettività. Donare il sangue cordonale vuol dire perdere di fatto ogni diritto. La proprietà passa alla struttura nella quale si è deciso di donare il cordone ombelicale del proprio bambino.

Cellule staminali embrionali: conservazione privata scelta condizionata dalla legge!

Se la famiglia decide invece di utilizzare la strada della conservazione privata, conservano la proprietà del campione che viene prelevato. Potranno utilizzare il campione per curare una malattia legata al donatore. In questo caso parliamo di trapianto autologo.

La legislazione che regola i trapianti è varia ed eterogenea, a seconda del paese dell’Unione Europea nel quale ci troviamo, abbiamo la possibilità di poter scegliere in maniera autonoma se utilizzare la conservazione privata o la donazione pubblica.

In Italia la normativa che regola la conservazione privata è molto chiara. Si possono prelevare campioni di sangue cordonale, la sua conservazione invece deve avvenire presso strutture estere, definite anche biobanche. 

Come tornare in possesso del sangue cordonale!

Se la famiglia che ha depositato il sangue cordonale in una biobanca estera ha necessità di rientrarne in possesso, non ci sono problemi. La biobanca fornisce alla struttura che dovrà effettuare l’intervento il campione di sangue cordonale. Una strada che le coppie giovani, in procinto di avere un figlio, devono valutare con attenzione.

In questo modo hanno la possibilità, in presenza di patologie legate al proprio figlio, di poter utilizzare le cellule staminali per curare la malattia.

 

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags:

Comments are closed