Duplicazione dna e forme tumorali

Una delle regole più ferree che in assoluto costituiscono la struttura di un’alimentazione sana è costituita dall’attenzione verso i grassi, identificati da sempre come i peggiori responsabili di patologie che diventano poi croniche, il decalogo dell’alimentazione sana parla di un regime a base di frutta e verdura in abbondanza.

duplicazione dna,	sequenziamento DNA,ricerca scientifica  Regole sicuramente importanti che contribuiscono a mantenere sano il nostro organismo e snello il nostro fisico, nello studio delle principali forme tumorali che colpiscono l’uomo, si assiste ogni giorno a una continua scoperta di elementi che possono aiutare a combattere in maniera efficace queste forme, aiutando a migliorare la qualità della vita.

Duplicazione dna e lipidi

La ricerca evolve e aiuta a scoprire nuovi elementi che possono dare un contributo importante per la cura del cancro, una recente ricerca dell’Ospedale San Raffaele realizzata in collaborazione con l’Università di Basilea, mette in luce come una nuova classe di antigeni tumorali possa derivare proprio dai lipidi.

Questi antigeni potrebbero essere molto efficaci nel combattere forme tumorali gravi come le leucemie, fino a questo momento il meccanismo della proliferazione dei tumori, metteva in moto un sistema di protezione chiamato linfociti T, cellule del sistema immunitario che aiutavano a tenere a basa lo sviluppo delle cellule tumorali.

Duplicazione dna e difesa sistema immunitario

Molto spesso capita che la risposta immunitaria non sia sufficiente a fermare la crescita e lo sviluppo delle cellule tumorali, per questo motivo si ricorre a terapie drastiche come la chemioterapia e il trapianto del midollo osseo, ora la ricerca ha fatto un ulteriore passo in avanti, evidenziando nei lipidi degli importanti alleati nel combattere le leucemie.

Lo studio ha evidenziato all’interno delle cellule leucemiche, una nuova classe di antigeni tumorali costituiti dai lipidi, questi uniti ai linfociti T, associati a un recettore chiamato CD1c1, sarebbero in grado di dare una risposta in termini di difesa immunitaria molto più efficace.

La ricerca dimostra come sia possibile all’interno delle cellule leucemiche, trovare alleati del sistema immunitario che combattano l’evoluzione della forma tumorale dal suo interno.

 

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags: ,,

Comments are closed