Duplicazione Dna, pillola anticoncezionale

Non esistono molti modi per una donna per evitare di rimanere incinta, una di queste metodologie, prevede l’assunzione della piccola anticoncezionale, un metodo che nel corso degli anni ha subito una drastica evoluzione, le prime pillole erano molto forti, i dosaggi ormonali talmente elevati che in molti casi causavano emorragie.

duplicazione dnaNel corso degli anni poi, il livello ormonale è stato ridotto, questo per fare in modo tale da poter garantire a una donna l’assunzione del farmaco senza grandi conseguenze, infatti le attuali piccole anticoncezionali in commercio hanno un dosaggio ormonale molto basso e possono essere assunte tranquillamente senza dare grandi problemi.

Duplicazione Dna e ciclo mestruale

Elenchiamo ora una serie di vantaggi per i quali una donna magari sulla soglia dei 40 anni, dovrebbe valutare di assumere la pillola, per prima cosa la pillola ha un effetto regolatore del ciclo mestruale, in questo modo il livello di attività delle ovaie tende a ridursi, portando magari un ciclo irregolare e problematico, ad avere una maggiore stabilità.

Le donne che decidono di assumere la pillola a differenza di altre, presentano un ciclo mestruale molto più leggero, un’assunzione prolungata, garantisce un ciclo ancora più regolare, il motivo è legato al fatto che l’assunzione regolare, stabilizza l’attività degli estrogeni e del progesterone.

Duplicazione Dna e cancro al colon

Nonostante la scienza e la medicina non si siano ancora pronunciate in tal senso, non riuscendo a comprendere il meccanismo che sta alla base di questa scoperta, alcuni studi recenti hanno confermato che l’assunzione della pillola, in diversi studi epidemiologici, ha dimostrato che la formazione del cancro al colon si riduce  del 20 % .

Uno studio recente invece ha messo in luce come l’assunzione della pillola riduca il rischio di cancro alle ovaie, una delle forme tumorali più aggressive, il cui tasso di mortalità ancora oggi arriva al 50%, non esiste attualmente un esame per il cancro alle ovaie, quello che è noto è il fatto che durante il periodo dell’ovulazione, la superficie delle ovaie si spacca e si sfalda più volte, questo comporta che le cellule debbano riparare il danno.

Maggiori sono le volte in cui le cellule si duplicano e moltiplicano, maggiore è il rischio di un errore nel Dna, con magari una crescita anormale delle cellule che possono portare a uno sviluppo di questa forma tumorale.

 

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags:

Comments are closed