Ipocontinenza cardiale

672

Quando parliamo di ipocontinenza cardiale a quale problematica specifica ci stiamo riferendo? Si tratta di una problematica che coinvolge il cardias e riguarda nello specifico il suo funzionamento. Cerchiamo ora di comprendere meglio quale sia la funzione del cardias e quale ruolo svolge. Si tratta a tutti gli effetti di uno sfintere che è posizionato tra la zona dello stomaco e la zona dell’esofago. Quale funzione svolge esattamente? In pratica fa in maniera tale che i succhi gastrici che si trovano nello stomaco non risalgano. Si parla quindi di incontinenza cardiale quando il cardias non svolge più la funzione per il quale è adibito. Quali sono le conseguenze? I fastidi che potrebbe avere il soggetto comprendono:

  1. Per prima cosa il paziente potrebbe avere il classico bruciore di stomaco;
  2. Il paziente potrebbe andare incontro al classico mal di pancia;
  3. Il paziente potrebbe avere una forma di acidità;
  4. Il paziente potrebbe andare incontro a una forma di reflusso gastrico;
  5. Il paziente potrebbe andare incontro alla dispepsia.

Tuttavia è bene essere ancora più specifici e parlare del cardias come del punto in cui lo stomaco e l’esofago si incontrano. La funzione specifica che ha è quella di impedire che il materiale acido presente nello stomaco risalga. Cosa accade esattamente quando stiamo mangiando? Il cardias tende a dilatarsi e questo consente il corretto passaggio del cibo dalla zona dell’esofago alla zona dello stomaco. Nel momento in cui il cibo diventato nel frattempo bolo alimentare arriva nella zona dello stomaco, il cardias assolve alla sua funzione con delle contrazioni che impediscono la risalita del cibo.

Nel momento in cui il cardias non riesce più ad assolvere alla sua funzione regolatrice, il paziente va incontro a dei disturbi di varia natura, vediamo quali sono:

  1. La sintomatologia espressa dal paziente si concretizza per esempio in disturbi di stomaco;
  2. La sintomatologia espressa dal paziente si concretizza per esempio in mal di pancia;
  3. La sintomatologia espressa dal paziente si concretizza per esempio in reflusso gastrico;
  4. La sintomatologia espressa dal paziente si concretizza per esempio in dispepsia;
  5. La sintomatologia espressa dal paziente di concretizza per esempio in acidità.

Parliamo di esofagite da reflusso

Quando si parla di reflusso acido è bene specificare che potrebbe risalire fino alla zona dell’esofago causando in tal senso quella che viene definita esofagite da reflusso. Di cosa si tratta? Di un processo infiammatorio a carico dell’esofago che è causato da un processo erosivo che è legato al materiale acido che contiene al suo interno i succhi gastrici e risale nello stomaco.

Se nel corso del tempo questa condizione non dovesse essere trattata nella maniera più opportuna a cosa può portare? Potrebbe evolvere in una patologia definita esofago di Barret. Cosa accade esattamente? Le cellule nella zona dell’esofago subiscono una modificazione che tale per cui aumentano i rischi che si possa sviluppare il tumore del cardias.

Parliamo di cause

Quali possono essere quindi le cause che portano uno sfintere come il cardias a diventare incontinente? Le cause in tal senso possono essere di varia natura, vediamone insieme alcune:

  • Per prima cosa avere un regime alimentare squilibrato e scorretto;
  • Un altro elemento che potrebbe innescare una problematica del genere è il consumo eccessivo di bevande gassate;
  • Stessa problematica se il soggetto tende a consumare bevande che contengono caffeina;
  • Un’altra condizione che in tal senso potrebbe causare questa problematica è legata a un soggetto in sovrappeso;
  • Un altro fattore che in tal senso potrebbe causare questa problematica è il fumo;
  • Un utilizzo eccessivo di farmaci definiti gastrolesivi.

Cardias e gravidanza

Questa forma di incontinenza può anche manifestarsi durante la gravidanza? La risposta è si, qual’è la causa di questa condizione? La risposta è legata alle dimensioni del feto, infatti c’è una crescita progressiva e costante del feto che mese dopo mese aumenta, al punto tale che potrebbe nel corso del tempo creare una compressione nella zona dello stomaco e in tal senso innescare la risalita del materiale gastrico.

Parliamo di ernia iatale

L’incontinenza del cardias potrebbe anche essere causata dall’ernia iatale? La risposta è si, quando si parla di ernia iatale ci si riferisce a una condizione nella quale una parte dello stomaco si sposta dalla zona dell’addome alla zona del torace attraverso lo iato. Si tratta di un foro che è presente nella zona del diaframma.

Ipocontinenza cardiale : il regime alimentare

Qual’è il corretto approccio di natura terapeutica per una problematica del genere? Si dovrà modificare il proprio regime alimentare e fare alcuni cambiamenti nel proprio stile di vita. Quali sono le correzioni che il paziente dovrà apportare al proprio stile di vita? Vediamole insieme:

  • La prima abitudine da abbandonare sarà legata al fumo. Infatti la nicotina ha l’effetto di rilassare la muscolatura nella zona del cardias;
  • Una cosa che non si deve assolutamente fare è quella di consumare un pasto e poi sdraiarsi. Infatti il particolare tipo di posizione stimola la risalita del materiale gastrico;
  • Il regime alimentare che la persona adotta in maniera quotidiana è molto importante, infatti da questo punto di vista è molto importante evitare si introdurre nella propria dieta cibi o bevande che come tali sono irritanti per la mucosa gastrica. In tal senso si dovranno evitare cibi che tendono a peggiorare il reflusso come la cioccolata, la menta, gli alcolici, eventuali cibi grassi, fritture, bibite gasate. Da questo punto di vista sarà molto importante assumere la giusta quantità di acqua cercando di idratarsi nel migliore dei modi possibili. Risulterà molto importante assumere la giusta quantità di fibre evitando in tal senso una problematica come la stipsi;
  • Modificare le proprie abitudini di vita cercando di fare in maniera tale che si evitino tutte quelle azioni che come tali possono far aumentare la pressione all’interno della cavità addominale. Infatti questo è uno dei motivi per i quali un soggetto potrebbe andare incontro a una ipotonia del cardias;
  • Parlano invece di come ci si veste sarà importante evitare in qualsiasi modo abiti che siano stretti in vita, evitando anche di svolgere degli sport che prevedano il sollevamento di pesi quali ad esempio il body building.

In alcune casistiche potrebbe rendersi necessario da parte del medico prescrivere al paziente dei farmaci che inibiscano la pompa protonica, in questo modo si tende a ridurre la produzione di succhi acidi.

Intervento chirurgico

In alcuni casi, si parla però di persone giovani si può intervenire tramite un intervento chirurgico che consiste nel cercare di riportare lo stomaco nella sua posizione naturale e facendo in modo tale che l’incontinenza del cardias sia ridotta.

Stomaco gonfio