cellule staminali pluripotenti e tecnologia

La tecnologia nell’ambito medico ha decisamente trasformato il panorama della ricerca aprendo nuove prospettive in modo particolare in campo biomedico. Il campo delle cellule staminali pluripotenti (hiPSC) ha fornito sicuramente nuovi strumenti per lo sviluppo di modelli legati alle malattie, per lo sviluppo di farmaci e nel campo della medicina rigenerativa.

cellule staminaliIl potenziale unico delle staminali pluripotenti può sicuramente essere applicato anche al campo della medicina cardiovascolare, si dovrebbero sviluppare metodi efficienti ad alta risoluzione su larga scala e a lungo termine, parliamo della combinazione di tecnologia con i cardiomiociti hiPSC-derivati.

Per raggiungere questo importante obiettivo, si è combinata la tecnologia delle cellule staminali pluripotenti ( hiPSC ) con Arclight, calcio ( GCaMP5G) e indicatori fluorescenti. L’espressione di Arclight e GCaMP5G in un cardimiocita derivato, ha consentito di seguire in maniera affidabile i mutamenti nel potenziale della transmembrana a livello intracellulare.

In modo particolare nei livelli di calcio, questo ha consentito di poter monitorare a breve e a lungo termine i cambiamenti nelle varie aritmie cardiache. L’utilizzo di differenti agenti farmaceutici e la loro risposta  con cardiomiociti derivati da pazienti affetti da differenti sindromi ereditarie a livello di  aritmie cardiache ha fornito degli elementi di valutazione nuovi.

Studiare dati, combinare tra di loro test e tecnologie differenti attigendo sempre alle cellule staminali pluripotenti, può sicuramente dare un contributo unico nella comprensione e nello studio delle malattie ereditarie e non solo.

Studiare la biologia dello sviluppo di una determinata patologia cardiaca, può aiutare a sviluppare dei modelli secondo i quali la malattia evolve, fase essenziale per poter poi dare un impulso allo sviluppo di nuovi farmaci e test.

Maggiore è il livello di comprensione di una determinata patologia, più accurati sono i modelli previsionali secondo i quali la malattia si sviluppa, maggiori saranno le possibilità di sviluppare delle cure adeguate che siano in grado di tendere sotto controllo la patologia.

Fonte originale della notizia: http://www.cell.com/stem-cell-reports/abstract/S2213-6711%2815%2900243-X

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags: ,

Comments are closed