Ferite sul pene

947

In quale occasione si possono produrre delle ferite sul pene? Per prima cosa è bene dire che si tratta di una parte del nostro corpo molto delicata, motivo per cui si può accadere che in tale zona si possano nel corso del tempo innescare delle patologie o delle lesioni che richiedono un intervento medico di natura specialistica. Parlando di quelle che possono essere le manifestazioni che interessano la zona del pene, nel corso del tempo potrebbero formarsi quelle che vengono definite crepe. In quale zona antomica specifica del pene si possono produrre? Generalmente sono localizzate nella zona del prepuzio. Quali sono le cause che innescano la presenza di tali crepe? In realtà bene dire che le motivazioni possono essere di varia natura. Da questo punto di vista si può anche dire che le crepe possono essere il risultato di una sensibilità in termini della cute che è presente nel soggetto da sempre.

Tuttavia è bene subito puntualizzare sul fatto che le crepe non devono destare alcun tipo di preoccupazione nel soggetto che si accorge di averle. Si possono curare in ogni caso un’attenzione importante che invece è bene avere mentre vengono curate è quella di evitare di avere rapporti sessuali. Quali sono i motivi in base ai quali si possono produrre delle crepe nella zona dell’organo genitale maschile  o delle lesioni? Le motivazioni possono essere di vario genere e disparate, vediamo insieme quali sono:

  •   Un soggetto potrebbe avere delle piccole lesioni sulla zona dell’organo genitale maschile causate di fatto dall’utilizzo di prodotti detergenti intimi eccessivamente aggressivi. Ricordiamoci sempre che la pelle di cui è ricoperto il pene è molto sensibile e delicata. Tuttavia non è necessariamente detto che un problema di crepe nelle zona dell’organo genitale maschile sia solo il risultato dell’utilizzo di detergenti intimi aggressivi. Vediamo in tal senso alcune specifiche da sapere:
  1. La conseguenza di una problematica del genere potrebbe anche essere causata dal fatto che si utilizza durante i rapporti sessuali con la propria partner o con partner occasionali, il preservativo. Il soggetto potrebbe avere una forma di allergia al lattice del contraccettivo. Tuttavia per stabilire se la problematica è effettivamente determinata da una problematica del genere, ci si dovrà necessariamente sottoporre a una visita allergologica.
  2. Trattandosi dell’organo genitale maschile, si parla di zone piuttosto delicate che richiedono un tal senso un’igiene intima piuttosto attenta e frequente. Le crepe infatti potrebbero anche essere causate da una igiene intima scarsa, disattenta del soggetto e poco frequente
  3. Il modo di vestire, intendendo in tal senso la biancheria intima può essere una motivazione che può generare delle crepe sull’organo genitale maschile. In tal senso ci si riferisce a mutante che hanno un livello di aderenza eccessivamente elevato.

Parliamo della masturbazione

Probabilmente molti uomini non lo sanno ma anche la masturbazione, visto come un atto fisiologico necessario in alcuni frangenti e in parte liberatorio, potrebbe invece produrre delle crepe sulla zona dell’organo genitale maschile. Quando si verifica una problematica del genere? La risposta corretta è che si tratta in alcuni casi della conseguenza stessa del modo in cui il soggetto tende a masturbasi. In presenza di una masturbazione eccessiva, fatta con un eccesso di impeto, il soggetto senza saperlo potrebbe procurarsi delle crepe che vanno a alterare in maniera momentanea la struttura stessa dell’organo genitale maschile.

Modo di vestirsi

Parliamo ora di biancheria intima, partendo dal presupposto che indossare indumenti eccessivamente aderenti, possono nel corso del tempo tramite sfregamenti che si producono nella zona dei genitali, portare decisamente a un problema di secchezza. In modo particolare, uomini che non hanno fatto all’epoca la circoncisione e usano indumenti intimi aderenti, possono avere umidità e e funghi che potrebbero insinuarsi nella zona del prepuzio.

Questa condizione nel corso del tempo può effettivamente portare a sviluppare crepe e processi infettivi. La soluzione ovviamente è quella di utilizzare della biancheria intima non aderente, possibilmente di cotone.

Utilizzo detergenti intimi

L’utilizzo di detergenti intimi per l’igiene del nostro pene che siano però eccessivamente aggressivi, può portare nel corso del tempo alla formazione di problematiche come le crepe. Per questo motivo è caldamente consigliato l’utilizzo di detergenti intimi delicati che rispettino l’equilibrio della cute. Naturalmente si renderà anche necessario astenersi per i giorni in cui si deve curare in maniera adeguata la problematica, dall’avere rapporti di natura sessuale o dalla masturbazione.

Lesioni e probabili allergie

Il fatto di poter sviluppare delle lesioni nella zona del pene, può anche essere collegata a sintomi quali:

  • Il soggetto potrebbe iniziare ad avere degli starnuti
  • Il soggetto potrebbe avere una modificazione legata al proprio modo di respirare tale per cui inizia ad avere un sibilo
  • Il soggetto potrebbe avere un problema legato al naso che inizia a colare
  • Il soggetto potrebbe iniziare ad avere una lacrimazione più abbondante del solito

Le reazioni appena descritte, spesso possono essere la conseguenza di reazioni di natura allergiche nell’utilizzo di deodoranti. Potrebbe anche essere una reazione allergica legata all’utilizzo di preservativi che abbiano una struttura in lattice e contengano una sostanza di natura spermicida. Dopo quanto tempo si possono manifestare i sintomi legati a una reazione allergica del genere? Per prima cosa il soggetto potrebbe sviluppare due reazioni specifiche che andiamo a vedere:

  • Il soggetto allergico alla sostanza spermicida presente all’interno del contraccettivo, potrebbe nell’arco di 48 ore accorgersi di avere il pene gonfio
  • Il soggetto allergico alla sostanza spermicida presente all’interno del contraccettivo, potrebbe nell’arco di 48 ore accorgersi di avere un’eruzione di natura cutanea. Quali sono gli approcci terapeutici da mettere in campo in presenza di problemi del genere? Se l’allergia è legata al lattice e alla sostanza spermicida, si può valutare l’utilizzo di contraccetivi che abbiano una struttura in silicone e che non contengono sostanze spermicide. Unitamente a questo il soggetto potrà anche utilizzare delle creme di natura idratante che potranno essere applicate dopo aver fatto una doccia o un bagno. Le creme consentono di ridurre fortemente il rischio che si possa creare umidità nella zona interessata oltre a svolgere un’azione preventiva legata al livello di secchezza.

Parliamo di fimosi

Quando parliamo di fimosi a cosa ci stiamo riferendo? Si tratta essenzialmente di un problema che coinvolge la zona dell’orifizio del prepuzio. Questa zona subisce un restringimento tale per cui diventa molto difficile la fase retrattile del prepuzio relativa al glande. Quali conseguenze può dare nel corso del tempo? Per prima cosa è bene dire che questa problematica tende ad acuirsi quando il soggetto deve avere dei rapporti di natura sessuale e quindi in fase di erezione.

Quali sono le cause di una problematica del genere? Tendenzialemente potrebbero essere legate a due problematiche specifiche, andiamo a vedere quali:

  • Potrebbe trattarsi di un problema di natura congenita nel quale nel soggetto tende a manifestarsi sin dalla nascita. In questo caso è causato dalla presenza di una quantità eccessiva di cute del prepuzio.
  • Nel secondo caso si tratta di un problema acquisito e in tal senso potrebbe essere la conseguenza di processi di natura infettiva come la candidosi o di processi batterici legati alla zona del glande

Non si possono sottovalutare in tal senso le conseguenze che potrebbero essere legate a oggettive difficoltà ad avere rapporti sessuali e addirittura a difficoltà quando si urina. Da questo punto di vista la soluzione che consente una guarigione da questa condizione è un intervento di natura chirurgica chiamato circoncisione.

Rapporti sessuali

Se l’attività sessuale del soggetto è molto intensa e frequente, sia che riguardi un rapporto con un partner o la masturbazione, può causare la comparsa di secchezza. Questo avviene quando la naturale lubrificazione non è sufficiente. Si potrà intervenire con lubrificanti che non contengano però glicerina

Lesioni legate alla zona del pene potrebbero anche essere la conseguenza di malattie trasmesse attraverso rapporti sessuali. Parliamo dell’herpes, della candidosi o della sifilide. Persone che hanno un sistema immunitario compromesso da patologie come ad esempio il diabete, possono essere soggetti ad avere ferite sul pene. Gli approcci terapeutici varieranno quindi in funzione di quali sono le cause specifiche. Si potranno quindi prescrivere pomate antimicotiche se la problematica è causata dal Mughetto che è processo di natura infettiva causata da un fungo. Se si tratta invece di un problema di fimosi, si interverrà tramite la circoncisione.

Leggi:

Tumore del pene