Ricerca tumori, Julian Huppert e riflessioni

Se dovessimo fare una domanda a un ricercatore o a una persona che è stata nell’ambito della ricerca, cosa potremmo chiedergli? Sicuramente una domanda intelligente che risponde in parte a quei quesiti che molte persone si pongono è quale sia la sua visione della ricerca sui tumori e della scienza, in che modo questa incida sulla vita dei cittadini.

cura cancroScienza e ricerca sui tumori sono due forti espressioni di una precisa volontà, quella di cercare di comprendere alcuni meccanismi che regolano patologie molto gravi e combatterle in maniera efficace, dietro a queste affermazioni, esiste per prima cosa un approccio specifico, quello della consapevolezza che una nazione deve avere.

ricerca tumori, investire in tecnologia e talenti

Un paese che non investe in ricerca, commette un grande errore, la visione invece del Regno Unito nella figura di Julian Huppert è molto chiara, cosa sarebbe lo stato senza una forte volontà di investimento nella ricerca e nella scienza? Il primo obiettivo che si deve porre una nazione è quella di aumentare il livello di benessere dei propri cittadini.

La salute è il bene in assoluto più importante, la malattia, la sofferenza, il fatto di vivere una condizione fortemente debilitante, rendono il cittadino infelice, il proprio modo di percepire la realtà cambia completamente, può capitare che si senta abbandonato dalle istituzioni, costretto a vivere in solitudine il proprio dramma personale.

Dedicare una parte della spesa pubblica alla ricerca e all’innovazione è fondamentale, per una serie di motivi fondamentali, per prima cosa investire in ricerca vuol dire poter garantire ai propri cittadini cure adeguate, nuove prassi mediche che siano in grado di intervenire in maniera efficace là dove esistono patologie molto complesse.

Per poter fare tutto questo, è necessario per prima cosa fare un investimento intelligente e mirato sui talenti che operano nell’ambito della ricerca medica, solo con persone intelligenti e brillanti, è possibile pensare di poter crescere e trovare magari domani delle cure per patologie complesse che oggi non si riescono a curare, questa la visione dell’Inghilterra e di Julian Huppert, ci auguriamo che diventi anche quella italiana.

Categories: News dal Mondo,Ricerca scientifica

Tags: ,,

Comments are closed